Contenuto del div.
Elenco Sponsor
In evidenza
Cerca nel sito
Invia ad un amico
Stampa
Articolo del 31/07/2017

Tratto da Notizie brevi
CBRE: volume semestrale record per gli investimenti immobiliari

• In crescita gli investimenti immobiliari in Italia nel secondo trimestre 2017, più che raddoppiati rispetto allo stesso periodo dello scorso anno
 
• Nel 1° semestre 2017 il volume investito in Italia è di circa 5,8 miliardi di Euro, superiore del 58% rispetto al 1° semestre 2016
 
• Il volume investito negli ultimi 12 mesi (11,5 miliardi di Euro) è superiore del 39% rispetto a quello dei 12 mesi precedenti
 
• I capitali stranieri dominano ancora il mercato ma è in aumento la quota di capitale domestico investito (+19% rispetto al 1° semestre 2016)
 
• 74 miliardi di Euro investiti in Europa nel secondo trimestre 2017, di cui 23,5 miliardi in UK; il volume investito nella prima metà dell’anno raggiunge la quota di 130 miliardi di Euro, in crescita del 13% rispetto alla prima metà del 2016
 
 
Milano, 25 luglio 2017 – Nel secondo trimestre 2017 sono stati investiti quasi 4 miliardi di Euro nel mercato immobiliare italiano, portando il volume di metà anno a quota 5,8 miliardi di Euro - superiore del 58% a quello dello stesso periodo dello scorso anno - e stabilendo così il record di investimenti immobiliari mai registrato in un semestre nel nostro Paese. L’interesse per il settore si conferma dunque molto forte nella prima parte dell’anno, con un’attività più dinamica e una crescita sia del valore medio che del numero delle transazioni rispetto al primo semestre 2016. Questo è quanto emerge dalle analisi di CBRE, società leader al mondo nella consulenza immobiliare.
 
Il capitale straniero è ancora protagonista, rappresentando l’80% degli investimenti totali nel primo semestre dell’anno, con circa 4,5 miliardi di Euro, in crescita del 67% rispetto al primo semestre 2016. Inoltre, continua a migliorare la quota di capitale domestico investito: oltre 1 miliardo di Euro nei primi sei mesi del 2017.
 
Per quanto riguarda i settori, gli uffici registrano ancora la maggior quota di investimenti con 2 miliardi di Euro nel primo semestre 2017 (+30% rispetto al primo semestre 2016), seguiti dal retail che ha raggiunto la quota di 1,2 miliardi di Euro (+76% rispetto al primo semestre 2016). Il volume di investimenti nel settore degli alternative è stato pari a 992 milioni di Euro, quasi il doppio rispetto al primo semestre 2016, risultato dovuto a un’importante transazione di centraline telefoniche Telecom. La logistica, che ha iniziato l’anno in modo effervescente, ha continuato a raccogliere l’interesse degli investitori raggiungendo la quota di circa 800 milioni di Euro di investimenti (+291% rispetto allo stesso periodo del 2016). Anche il settore degli Hotel, con 770 milioni di Euro (+49% sul primo semestre 2016), continua ad attrarre sempre maggiori investimenti.
 
Per quanto riguarda le aree geografiche, l’attività è migliorata nel mercato romano con 1 miliardo di Euro investiti nella prima metà del 2017, registrando una crescita del 30% rispetto all’analogo periodo del 2016. Milano ha raggiunto un volume di investimenti di 1,8 miliardi di Euro, il 25% in più rispetto al 2016; di questi, il 48% riguarda il settore uffici.
Milano e Roma si confermano quindi come le piazze più attraenti per gli investitori, rappresentando il 50% sul totale degli investimenti del primo semestre di quest’anno.
 
 
Alessandro Mazzanti, CEO di CBRE Italia, ha commentato:
 
“Il volume di investimenti nella prima parte dell’anno ha confermato quanto visto a fine 2016: un forte interesse per l’Italia - relativamente ancora competitiva rispetto ad altri mercati - sia da parte degli investitori stranieri, che rappresentano ben l’80% del totale degli investimenti, sia da parte degli investitori domestici, anch’essi aumentati in questo semestre. Il mercato degli NPLs è definitivamente decollato, aprendosi ad un numero crescente di investitori e innescando quindi anche meccanismi di aumento dei prezzi. Inoltre, settori storicamente di nicchia stanno guadagnando quote di mercato. Cresce l’interesse nel comparto alberghiero grazie alla possibilità di conversione di asset immobiliari e a nuovi format. Anche il settore della logistica registra un incremento a tripla cifra, semestre su semestre, e si prevede salirà ulteriormente nei prossimi mesi.”
Se vuoi iscriverti alla Newsletter di IFMA Italia inserisci la tua e-mail nel box sottostante.
TUTELA DATI PERSONALI - INFORMATIVA
Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs 196 del 30 giugno 2003, disposizioni a tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, si informa che i dati, nell'ambito della presente iniziativa, saranno inseriti nel database di IFMA Italia e non saranno comunicati a terzi. IFMA Italia richiede il consenso al trattamento dei dati anche in forma automatizzata per finalità statistiche e per l'invio delle comunicazioni inerenti le attività e le iniziative dell'Associazione.
Ai sensi dell'art. 7 del D.Lgs 196 del 30 giugno 2003, sarà possibile richiedere l'aggiornamento, la rettifica, l'integrazione o la cancellazione dei dati, rivolgendosi direttamente a IFMA Italia Viale Lombardia 66, 20131 Milano, tel. 02.28851611, fax. 02.28851623, e-mail: ifma@ifma.it.